Indica un intervallo di date:
  • Dal Al

Marvel: dopo Thor anche Spider al femminile

marvelbadtasteinmouthsdcc_LargeWide“Non e’ un segreto che per decenni i fumetti sono stati piu’ una questione di club da maschi che non da femmine. Tanto o poco che sia ora le cose stanno cambiando”. A quanto pare la Marvel sembra crederci proprio. E’ difficile pensare, pero’, che non ci siano studi di mercato alla base di certe scelte. In ogni caso in occasione del San Diego Comic Con 2014 e’ stato organizzato il Women of Marvel Panel, dedicato alle autrici e ai personaggi femminili della casa. E la frase che ho riportato [ quella dell-unico uomo fra gli speaker, Axel Alonso, editor inchief di Marvel Comics. Qualche tempo fa avevo gia’ scritto dell’annuncio della Marvel di rimpiazzare Thor con un’eroina. E allora mi ero chiesta se sarebbe finita li’. A quanto pare no.

Spider-Woman-1_Land-720x1100
Dopo Thor arrivera’ Spider-woman o Super-woman? La prima di sicuro si’, a firma dello scrittore Dennis Hopeless e e del disegnatore Greg Land. Vero e’ che non si tratta di una novita’ assoluta. La Donna-ragno esisteva gia’ in fumetto e anche in versione cartoon (1979), certo pero’ non e’ quello su cui ha puntato la casa editrice negli ultimi 40 anni!

E Spider-woman non e’ l’unico titolo al femminile. Fra le prossime uscite almeno una decina hanno protagoniste femminili. Ma alla Marvel le donne non sono solo di carta o di celluloide. All-incontro di San Diego siedevano allo stesso tavolo Adri Cowan (Marvel Social Media), Lorraine Cink (Marvel.com host), Alexis Auditore (manager of all props for Marvel Studios), Victoria Alonso (EVP of Visual Effects), Katie Cook (writer/artist – new story in Spider-Verse), Rachelle Rosenberg (Marvel exclusive colorist), Erica Schultz (writer, Revenge), Joanna Estep (artist FF 100th Anniversary), e la nuova rivelazione Marguerite Bennett (co-writer Angela: Assassin of Asgard). Unico uomo, appunto, Axel Alonso, definito scherzosamente da Cink “donna ad honorem”. Tutte hanno raccontato i loro inizi> chi scriveva e produceva video in proprio, chi era una semplice fan dei fumetti Marvel, chi faceva podcast di commento ai fumetti pubblicati. Ognuna e’ arrivata seguendo una strada propria. In molti casi sono state notate per l’iniziativa personale. Tanto e’ vero che suggeriscono: “You can do it. It is absolutely within your reach! Start making comics now. The first ones you make are not going to be spectacular, but that’s okay! It’s a process!”

La strada e’ aperta. Chissa’ se anche in Italia e’ tempo di comics al femminile?

  • MM |

    copiare l’eroe maschile è deprimente…si tratta di calcare delle tracce. Meglio nuovi personaggi…un thor può essere spodestato per forza e fascino da un’amazzone eccellente con caratteristiche sue come un’arco dai poteri mistici e una capigliatura ipnotica etcetc… perchè una donna ragno quando ci sono tanti felini a disposizione…. o un’amantide o un’amantide amazzone!!!!

  Post Precedente
Post Successivo